La nostra storia

Un Espíritu, Dos Culturas:
Un solo spirito, due culture

Dos Maderas non solo combina il meglio di due famosi metodi di invecchiamento utilizzati nei lati opposti del pianeta, ma unisce due culture.
Da un lato la produzione di rum delle Barbados e della Guyana nei Caraibi, e dall’altro la ricca tradizione dello sherry a Jerez in Spagna, e in particolare quella della storica bodega Williams & Humbert, una cantina di sherry fondata nel 1877, ora gestita dalla famiglia Medina, nel settore del vino dagli anni ’60.

Williams & Humbert sono conosciuti da sempre a livello internazionale per il loro Dry Sack Sherry e il Gran Duque D’Alba. Nel 2000 però la famiglia ha deciso di diversificarsi: sognavano di realizzare un rum speciale e diverso da tutti gli altri, proprio come speciali e differenti sono gli altri prodotti della loro cantina.

“Volevamo creare qualcosa di qualità eccezionale, che fosse molto diverso”
afferma Gonzalo Medina, responsabile marketing internazionale. “Così abbiamo deciso di avvicinarci al rum dei Caraibi. Puoi trovare rum ovunque, ma c’è un romanticismo e un’esperienza nella produzione del rum che puoi trovare solo nei Caraibi “.

Un Espíritu, Dos Culturas: Un solo spirito, due culture

Dos Maderas non solo combina il meglio di due famosi metodi di invecchiamento utilizzati nei lati opposti del pianeta, ma unisce due culture. Da un lato la produzione di rum delle Barbados e della Guyana nei Caraibi, e dall’altro la ricca tradizione dello sherry a Jerez in Spagna, e in particolare quella della storica bodega Williams & Humbert, una cantina di sherry fondata nel 1877, ora gestita dalla famiglia Medina, nel settore del vino dagli anni ’60. Williams & Humbert sono conosciuti da sempre a livello internazionale per il loro Dry Sack Sherry e il Gran Duque D’Alba. Nel 2000 però la famiglia ha deciso di diversificarsi: sognavano di realizzare un rum speciale e diverso da tutti gli altri, proprio come speciali e differenti sono gli altri prodotti della loro cantina.
“Volevamo creare qualcosa di qualità eccezionale, che fosse molto diverso”
afferma Gonzalo Medina, responsabile marketing internazionale. “Così abbiamo deciso di avvicinarci al rum dei Caraibi. Puoi trovare rum ovunque, ma c’è un romanticismo e un’esperienza nella produzione del rum che puoi trovare solo nei Caraibi “.

Paola Medina, direttore tecnico della bodega e master blender Dos Maderas, concorda:

“Dos Maderas è il risultato dello spirito innovativo della bottega Williams&Humbert. ll nostro obiettivo era portare nel mondo dei distillati tutta l’esperienza accumulata in oltre 140 anni di produzione di vino sherry.”

Paola Medina, direttore tecnico della bodega e master blender Dos Maderas, concorda:

“Dos Maderas è il risultato dello spirito innovativo della bottega Williams&Humbert. ll nostro obiettivo era portare nel mondo dei distillati tutta l’esperienza accumulata in oltre 140 anni di produzione di vino sherry.”

La famiglia Medina ha deciso di offrire qualcosa in più ai famosi rum caraibici e cioè tutta la loro esperienza di generazioni in fatto di invecchiamento di sherry e brandy a Jerez.  “La nostra cantina è diversa dalle altre, condizioni climatiche e architettura sono molto particolari e questo fa la differenza”, afferma Gonzalo.. L’intenzione principale della famiglia Medina è quella di collegare Dos Maderas con la tradizionale produzione spagnola dello sherry.
Ecco perché questi rum vengono invecchiati utilizzando il sistema criadera & solera tipico proprio della regione spagnola. Attraverso questo processo di invecchiamento, i rum acquisiscono i sapori e la complessità degli sherry Palo Cortado e Pedro Ximénez, ma vengono anche intrisi della ricca storia di Jerez e di quella passione che nella famiglia Medina si tramanda da generazioni.
La famiglia Medina ha deciso di offrire qualcosa in più ai famosi rum caraibici e cioè tutta la loro esperienza di generazioni in fatto di invecchiamento di sherry e brandy a Jerez.  “La nostra cantina è diversa dalle altre, condizioni climatiche e architettura sono molto particolari e questo fa la differenza”, afferma Gonzalo.. L’intenzione principale della famiglia Medina è quella di collegare Dos Maderas con la tradizionale produzione spagnola dello sherry.
Ecco perché questi rum vengono invecchiati utilizzando il sistema criadera & solera tipico proprio della regione spagnola. Attraverso questo processo di invecchiamento, i rum acquisiscono i sapori e la complessità degli sherry Palo Cortado e Pedro Ximénez, ma vengono anche intrisi della ricca storia di Jerez e di quella passione che nella famiglia Medina si tramanda da generazioni.
“La cosa principale è che fa parte delle nostre vite. E come uno dei membri della famiglia, è la mia vita, praticamente parlando! “
dice Paola. “Trascorro molto tempo, dedico molte energie e credo nei nostri progetti. È molto intenso. “ Dopo due anni Paola diventa Direttore Tecnico della cantina. Si occupa di tutto: dalla raccolta  alla vinificazione, dalla selezione delle materie prime fino alla responsabilità delle 60.000 botti nelle cantine della bodega in cui invecchiano sherry, brandy e, naturalmente, i Dos Maderas. Gli interessi di Paola sono vari quanto lo è il suo ruolo: “Mi piace tutto. I progetti nuovi e vecchi, la storia … tutto è importante. “ Lo stesso vale per il suo approccio alla scelta della bevanda giusta  da gustare dopo una giornata di lavoro. “Dipende dal momento, dal periodo dell’anno e anche dalla temperatura esterna. Quando si tratta di Dos Maderas, però, mi piace berlo con ghiaccio“.

Master Blender

Paola Medina

Paola Medina, master blender Dos Maderas, si occupa di vinificazione da sempre. Il suo viaggio nel settore delle bevande non è iniziato però con l’azienda di famiglia di Williams & Humbert. Dopo aver conseguito un master in enologia, Paola inizia a lavorare in un’altra azienda vinicola a La Mancha in Spagna. Più o meno nello stesso periodo fa esperienza lavorando in diverse enoteche e si interessa di interior design.

Nel 2010 la famiglia dà a Paola l’opportunità di lavorare alla Williams & Humbert e lei, naturalmente, accetta. Passare da una piccola azienda vinicola che produce vino rosso a una cantina storica a Jerez è stato per Paola Medina un grande cambiamento, così come lo è stato imparare a conoscere i diversi prodotti realizzati nella cantina.

Il lavoro di Paola come enologo innovativo e il suo impressionante contributo alla vinificazione in generale, è stato ben documentato dalla stampa globale. In un numero del 2018 di Decanter, ad esempio, il wine master Pedro Ballesteros l’ha identificata come uno dei produttori di vino più eccezionali sulla scena vinicola spagnola. Questa prestigiosa rivista descrive Paola come il simbolo della
“”rivoluzione dello sherry, che unisce giovinezza energica, profondo rispetto per la tradizione e incredibile know-how e creatività”.”.
“La cosa principale è che fa parte delle nostre vite. E come uno dei membri della famiglia, è la mia vita, praticamente parlando! “
dice Paola. “Trascorro molto tempo, dedico molte energie e credo nei nostri progetti. È molto intenso. “ Dopo due anni Paola diventa Direttore Tecnico della cantina. Si occupa di tutto: dalla raccolta  alla vinificazione, dalla selezione delle materie prime fino alla responsabilità delle 60.000 botti nelle cantine della bodega in cui invecchiano sherry, brandy e, naturalmente, i Dos Maderas. Gli interessi di Paola sono vari quanto lo è il suo ruolo: “Mi piace tutto. I progetti nuovi e vecchi, la storia … tutto è importante. “ Lo stesso vale per il suo approccio alla scelta della bevanda giusta  da gustare dopo una giornata di lavoro. “Dipende dal momento, dal periodo dell’anno e anche dalla temperatura esterna. Quando si tratta di Dos Maderas, però, mi piace berlo con ghiaccio“.

Master Blender

Paola Medina

Paola Medina, master blender Dos Maderas, si occupa di vinificazione da sempre. Il suo viaggio nel settore delle bevande non è iniziato però con l’azienda di famiglia di Williams & Humbert. Dopo aver conseguito un master in enologia, Paola inizia a lavorare in un’altra azienda vinicola a La Mancha in Spagna. Più o meno nello stesso periodo fa esperienza lavorando in diverse enoteche e si interessa di interior design. Nel 2010 la famiglia dà a Paola l’opportunità di lavorare alla Williams & Humbert e lei, naturalmente, accetta. Passare da una piccola azienda vinicola che produce vino rosso a una cantina storica a Jerez è stato per Paola Medina un grande cambiamento, così come lo è stato imparare a conoscere i diversi prodotti realizzati nella cantina.

Il lavoro di Paola come enologo innovativo e il suo impressionante contributo alla vinificazione in generale, è stato ben documentato dalla stampa globale. In un numero del 2018 di Decanter, ad esempio, il wine master Pedro Ballesteros l’ha identificata come uno dei produttori di vino più eccezionali sulla scena vinicola spagnola. Questa prestigiosa rivista descrive Paola come il simbolo della

“rivoluzione dello sherry, che unisce giovinezza energica, profondo rispetto per la tradizione e incredibile know-how e creatività”.

Master Blender

Paola Medina

Paola Medina, master blender Dos Maderas, si occupa di vinificazione da sempre. Il suo viaggio nel settore delle bevande non è iniziato però con l’azienda di famiglia di Williams & Humbert. Dopo aver conseguito un master in enologia, Paola inizia a lavorare in un’altra azienda vinicola a La Mancha in Spagna. Più o meno nello stesso periodo fa esperienza lavorando in diverse enoteche e si interessa di interior design.

 

Nel 2010 la famiglia dà a Paola l’opportunità di lavorare alla Williams & Humbert e lei, naturalmente, accetta. Passare da una piccola azienda vinicola che produce vino rosso a una cantina storica a Jerez è stato per Paola Medina un grande cambiamento, così come lo è stato imparare a conoscere i diversi prodotti realizzati nella cantina.

“La cosa principale è che fa parte delle nostre vite. E come uno dei membri della famiglia, è la mia vita, praticamente parlando! “

dice Paola. “Trascorro molto tempo, dedico molte energie e credo nei nostri progetti. È molto intenso. “

Dopo due anni Paola diventa Direttore Tecnico della cantina. Si occupa di tutto: dalla raccolta  alla vinificazione, dalla selezione delle materie prime fino alla responsabilità delle 60.000 botti nelle cantine della bodega in cui invecchiano sherry, brandy e, naturalmente, i Dos Maderas.

Gli interessi di Paola sono vari quanto lo è il suo ruolo: “Mi piace tutto. I progetti nuovi e vecchi, la storia … tutto è importante. “

 

Lo stesso vale per il suo approccio alla scelta della bevanda giusta  da gustare dopo una giornata di lavoro. “Dipende dal momento, dal periodo dell’anno e anche dalla temperatura esterna. Quando si tratta di Dos Maderas, però, mi piace berlo con ghiaccio“.

Il lavoro di Paola come enologo innovativo e il suo impressionante contributo alla vinificazione in generale, è stato ben documentato dalla stampa globale. In un numero del 2018 di Decanter, ad esempio, il wine master Pedro Ballesteros l’ha identificata come uno dei produttori di vino più eccezionali sulla scena vinicola spagnola. Questa prestigiosa rivista descrive Paola come il simbolo della
“rivoluzione dello sherry, che unisce giovinezza energica, profondo rispetto per la tradizione e incredibile know-how e creatività”.

Sostenibilità

Dos Maderas si impegna attivamente nella difesa delle tartarughe marine nei Caraibi grazie al suo rum Luxus.

 

Luxus è al vertice della gamma Dos Maderas, invecchiato per ben 10 anni nei Caraibi, e poi altri 5 nella bodega Williams & Humbert a Jerez, in Spagna.

 

La famiglia Medina inizialmente fu contattata dalla Eastern Pacific Hawksbill Initiative nel 2014 e fece una donazione per l’adozione delle tartarughe marine in pericolo di estinzione.

Da allora Dos Maderas ha collaborato sempre con Sos Nicaragua per supportare il loro lavoro nella difesa delle tartarughe, attraverso donazioni e anche con un impegno concreto che si traduce nel donare parte dei profitti della vendita di ogni bottiglia di Dos Maderas Luxus per questa causa.
La famiglia Medina mantiene un rapporto costante con l’organizzazione, supportandola anche nella comunicazione.
“Non stiamo solo aiutando le tartarughe, ma anche le persone presenti, perché il progetto sta dando loro lavoro”, afferma Gonzalo Medina, responsabile marketing internazionale di Dos Maderas.

“Non possiamo mai dimenticare la natura e il mondo: devi prenderti cura di loro. E questo vuol dire anche aiutare le persone”

Le tartarughe svolgono un ruolo importante per la salvaguardia degli ecosistemi delle coste marine al pari della barriera corallina, ma il bracconaggio delle uova e l’uso illegale di gusci di tartaruga ha messo a rischio la loro sopravvivenza.

Dos Maderas sostiene iniziative per proteggere la vita dei piccoli di tartaruga grazie a pattuglie di sorveglianza sulla spiaggia organizzate dai residenti locali. La bottiglia Luxus porta anche l’immagine di queste tartarughe in via di estinzione e non a caso la prima tartaruga adottata dalla bodega nel 2014 ha ricevuto proprio il nome di questo rum così speciale..

La Eastern Pacific Hawksbill Initiative e Sos Nicaragua, grazie anche all’aiuto di Dos Maderas, continuerà a salvare tante altre tartarughe, proteggendo così, al tempo stesso, anche il delicato ecosistema da cui provengono questi rum straordinari.

Da allora Dos Maderas ha collaborato sempre con Sos Nicaragua per supportare il loro lavoro nella difesa delle tartarughe, attraverso donazioni e anche con un impegno concreto che si traduce nel donare parte dei profitti della vendita di ogni bottiglia di Dos Maderas Luxus per questa causa.
La famiglia Medina mantiene un rapporto costante con l’organizzazione, supportandola anche nella comunicazione.
“Non stiamo solo aiutando le tartarughe, ma anche le persone presenti, perché il progetto sta dando loro lavoro”, afferma Gonzalo Medina, responsabile marketing internazionale di Dos Maderas.

“Non possiamo mai dimenticare la natura e il mondo: devi prenderti cura di loro. E questo vuol dire anche aiutare le persone”

Le tartarughe svolgono un ruolo importante per la salvaguardia degli ecosistemi delle coste marine al pari della barriera corallina, ma il bracconaggio delle uova e l’uso illegale di gusci di tartaruga ha messo a rischio la loro sopravvivenza.

Dos Maderas sostiene iniziative per proteggere la vita dei piccoli di tartaruga grazie a pattuglie di sorveglianza sulla spiaggia organizzate dai residenti locali. La bottiglia Luxus porta anche l’immagine di queste tartarughe in via di estinzione e non a caso la prima tartaruga adottata dalla bodega nel 2014 ha ricevuto proprio il nome di questo rum così speciale..

La Eastern Pacific Hawksbill Initiative e Sos Nicaragua, grazie anche all’aiuto di Dos Maderas, continuerà a salvare tante altre tartarughe, proteggendo così, al tempo stesso, anche il delicato ecosistema da cui provengono questi rum straordinari.